vaccino-in-farmacia

Vaccino Covid ora anche in farmacia: come funziona e da quando.

Il presidente di Ferderfarma fornisce alcune anticipazioni sulle somministrazioni in farmacia previste a partire da giugno.

Messi in sicurezza le categorie più fragili e gli over 65, la campagna vaccinale contro il Covid-19 si appresta alla svolta estiva. La struttura commissariale guidata dal generale Francesco Paolo Figliuolo sta spingendo il più possibile per consolidare l’obiettivo delle 500mila dosi al giorno ed arrivare al milione. Per raggiungere questo traguardo due giorni fa il commissario ha aperto alle somministrazioni agli over 50 e da lunedì anche agli over 40, ma servirà allargare al più presto la rete dei punti vaccinali ad aziende, farmacie e alle mete dove gli italiani andranno in vacanza.

Entro maggio sono attesi circa 17 milioni di fiale e 25 milioni entro giugno, per i quali servirà una distribuzione capillare su tutto il territorio nazionale.

Fondamentale in questo senso il contributo delle farmacie, come previsto da accordi già raggiunti con l’associazione di categoria Federfarma, che da giugno si metterà a disposizione dei cittadini per le somministrazioni dei vaccini anti-Covid nei punti vendita dei propri iscritti.

Covid, vaccino in farmacia: le anticipazioni

Lo conferma il presidente di Federfarma Marco Cossolo in un’intervista al Corriere della Sera: “Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo. Circa 11.400 soci, oltre la metà degli iscritti, hanno già aderito”.

La struttura commissariale è a lavoro insieme all’associazione per stabilire il modello organizzativo e preparare la logistica necessaria a rendere possibile il piano, ma Cossolo ha fornito alcune anticipazioni.

“Stiamo organizzando il sistema di approvvigionamento delle scorte che probabilmente verranno distribuite attraverso i nostri grossisti. Oltre 25mila colleghi hanno completato il corso di formazionedell’Istituto superiore di sanità” dice il presidente spiegando come ci si potrà prenotare: “Sarà un servizio a domanda individuale. Chi vuole vaccinarsi potrà recarsi direttamente dal suo farmacista e chiedere l’appuntamento“.

Covid, vaccino in farmacia: come e chi potrà farlo

Cossolo aggiunge che potranno ricevere la dose tutti i cittadini dai 18 ai 60 anni: “Noi contiamo di poter utilizzare i preparati di J&J e AstraZeneca perché sono più facili da gestire dal punto di vista logistico in quanto possono essere conservati nei frigoriferi di cui ogni farmacia è dotata”.

Il presidente di Federfarma specifica inoltre che, nei casi in cui i punti vendita non saranno abbastanza spaziosi, si ricorrerà ai gazebo esterni già allestiti da molti farmacisti in tutta Italia per eseguire i tamponi.

Infine Cossolo fa una stima delle dosi che potranno essere somministrate ogni giorno: “Dalle 20 alle 30 in ogni farmacia. Il grande successo ottenuto con i tamponi ci rende certi di poter assolvere con professionalità anche a questo compito. Abbiamo dato prova di efficienza e da quando sono stati allestiti i gazebo su strada l’attività diagnostica ha avuto un’impennata”.

Leggi l’articolo originale su quifinanza.it

Comments are closed.