date-passaggio-in-zona-bianca

Covid, tutte le date del passaggio in zona bianca regione per regione.

Italia verso zona bianca: il calendario dei cambi colore, regione per regione.

L’Italia si appresta a diventare tutta zona bianca entro la fine di giugno, eccetto per la Valle d’Osta (che pare aspetterà ancora un po’ per il cambio colore). In ogni regione, però, sono state stabilite e individuate date diverse per il passaggio alla fascia di rischio minore e l’addio ufficiale alle restrizioni della zona gialla. Vediamo quali sono.

Le prime regioni che passano alla zona bianca

Da lunedì 31 maggio, a fronte della diminuzione dei casi Covid e dell’aumento minimo dei nuovi contagi, alcune regioni italiane sono già passate alla zona bianca.

Hanno visto assegnarsi una fascia di rischio minore, nello specifico:

  • Sardegna
  • Friuli Venezia Giulia 
  • Molise.

In queste regioni, quindi, non valgono più le regole per il coprifuoco, tutte le attività rimaste fino ad ora chiuse in zona gialla sono state aperte al pubblico e i limiti per gli spostamenti (fuori e dentro al comune) sono completamente venuti meno.

Le regioni in zona bianca da lunedì 7 giugno

Alla lista delle regioni in zona bianca, sempre che la situazione epidemiologica non precipiti da un momento all’altro, si aggiungeranno lunedì 7 giugno:

  • Veneto
  • Liguria 
  • Abruzzo 
  • Umbria.

Tutte e 4 hanno un’incidenza sotto i 50 casi settimanali (limite fissato per il cambio colore e l’assegnazione della fascia di rischio minore). Se i contagi continueranno a mantenersi sotto la soglia anche nel monitoraggio di venerdì 4 giugno e per due settimane consecutive, dunque, il passaggio alla zona bianca sarà ufficiale dal lunedì successivo.

Le regioni in attesa, due date decisive: chi passa in zona bianca il 14 e il 21 giugno

In attesa dell’assegnazione della fascia di rischio più bassa rimangono invece tutte le altre regioni. Tenendo conto dei dati oggi a nostra disposizione, la maggior parte dell’Italia dovrebbe passare in zona bianca entro il 13 giugno. Se molti territori però sembrano essere più vicini al raggiungimento di tale traguardo, per altri l’attesa rimane un po’ più lunga.

In particolare, sono due le date decisive in questo senso, ovvero il 14 e il 21 giugno.

Tenendo conto del numero Rt attuale, dovrebbero passare in zona bianca lunedì 14 giugno:

  • Lazio
  • Lombardia
  • Piemonte
  • Emilia Romagna
  • Puglia 
  • e la provincia di Trento.

Il limite dei 50 casi settimanali, in questi territori, dovrebbe continuare a registrarsi per due settimane consecutive e fino a venerdì 11 giugno affinché l’addio alla zona gialla diventi ufficiale.

Infine, più lontane dal raggiungimento dell’obiettivo, con il passaggio previsto il 21 giugno, sono:

  • Campania (con 66 casi settimanali attualmente registrati)
  • Calabria (con 61 casi settimanali attualmente registrati)
  • Basilicata (con 62 casi settimanali attualmente registrati)
  • provincia autonoma di Bolzano (con 59 casi settimanali attualmente registrati)
  • Toscana (con 59 casi settimanali attualmente registrati)
  • Marche (con 55casi settimanali attualmente registrati)
  • Sicilia (con 53 casi settimanali attualmente registrati)

Queste regioni dovrebbero arrivare a quota 50 casi settimanali entro venerdì 19, dopo essersi mantenute sotto il limite per due settimane consecutive. Per la Valle d’Aosta, come anticipato sopra, i tempi invece potrebbero essere più lunghi. Con 79 casi settimanali attualmente registrati, portare l’indice Rt sotto la soglia minima per 15 giorni consecutivi ed entro il 19 giugno rimane al momento una prospettiva difficile.

Leggi l’articolo originale su quifinanza.it

Comments are closed.