base-x-immagine-NEWS

Green Pass: chi può richiedere l’esenzione (e quanto dura).

Dal 15 ottobre entrerà in vigore un decreto del Governo che estenderà l’obbligo del Green Pass a tutte le categorie di lavoratori, sia pubblici sia privati. La certificazione verde viene rilasciata a chi si vaccina, a chi è guarito dal Covid da non più di 6 mesi e a chi ha tampone negativo. Ci sono però dei casi in cui è riconosciuta l’esenzione e cade, di fatto, l’obbligo del Green Pass. Chi può richiederla e quanto dura.

Sono esclusi dal dover dimostrare l’avvenuta vaccinazione gli under 12, in quanto non possono vaccinarsi. Più in generale, tutti gli studenti possono fare a meno del Green Pass, anche gli over 12, ma non gli universitari.

Possono evitare di vaccinarsi, ottenendo comunque l’esenzione per il Green Pass: chi è dotato di apposito certificato medico; i soggetti che hanno avuto una reazione allergica dopo la prima dose (tuttavia è possibile valutare l’utilizzo di un vaccino diverso in seguito a una consulenza allergologica); donne in gravidanza; soggetti che hanno manifestato la sindrome di Guillain-Barrè nelle 6 settimane successive dalla somministrazione del vaccino anti-Covid; chi ha avuto casi di miocardite o pericardite dopo la vaccinazione con Pfizer o con Moderna.

L’esenzione, che viene rilasciata gratis, va richiesta ai medici vaccinatori delle varie Aziende sanitarie quando ci si presenta all’appuntamento per il vaccino, risultando non idonei alla vaccinazione. Al momento viene rilasciata solamente in formato cartaceo.

La circolare del Ministero della Salute attualmente in vigore, diffusa ad agosto, precisa che l’esenzione ha una validità massimo “fino al 30 settembre 2021, salvo ulteriori disposizioni”. Si è dunque in attesa di conoscere i tempi della proroga.

Leggi l’articolo originale su quifinanza.it

Comments are closed.