Richiedi la tua
consulenza gratuita

con i migliori professionisti del settore

Non tutti i consensi sono obbligatori. Clicca qui per gestirli.

* Si ricorda all’interessato che potrà opporsi in ogni momento ai suddetti trattamenti facoltativi per finalità di marketing o di profilazione commerciale.

Ecco il Prestito Aziendale da 50.000 euro
a 2 Mln di euro in 24 ore!

Che requisiti deve avere l’azienda?

1. Fatturato minimo aziendale da 1.000.000 euro (500.000 euro per richieste fino a 100.000 euro).

2. Avere finanziamenti/leasing a medio/lungo termine almeno da 12 mesi oppure averne già conclusi positivamente negli ultimi 36 mesi.

3. Avere due bilanci depositati/Modelli unico.

Il vantaggio di avere un prestito in pochi giorni: maggiore potere d’acquisto, immediata produttività e flessibilità.

L’istruttoria creditizia avviene in 24 ore attraverso una piattaforma altamente innovativa.

Importantissimo: eventuali rifiuti non saranno segnalati in banca dati!

Esperienza completamente DIGITALE e liquidazione in 10 GIORNI!

Ti ricordiamo che la richiesta del finanziamento è soggetta ad approvazione dell’ente erogante. Per conoscere il costo reale del prestito puoi controllare il modulo europeo IEBCC (conosciuto anche come SECCI), fornito prima della stipula, nel quale vengono riportati il TAN e TAEG. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. È possibile prendere visione delle condizioni economiche e contrattuali prima della conclusione del contratto attraverso il modulo “Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori”.

Ti ricordiamo che la richiesta del finanziamento è soggetta ad approvazione dell’ente erogante. Per conoscere il costo reale del prestito puoi controllare il modulo europeo IEBCC (conosciuto anche come SECCI), fornito prima della stipula, nel quale vengono riportati il TAN e TAEG. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. È possibile prendere visione delle condizioni economiche e contrattuali prima della conclusione del contratto attraverso il modulo “Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori”.